Nuovo Laboratorio in Puglia per la Preparazione di Farmaci Antiblastici

by Eliza Camp - Posted in Camere Bianche, Condizionamento on 16.Mar, 2018

E’ stato consegnato questa nuova unità per la manipolazione di farmaci antiblastici con laboratorio in classe B all’interno del presidio ospedaliero di Gallipoli.

Come scritto nel comunicato stampa dell’Asl di Lecce, “L’UFA di Gallipoli è contrattualmente abilitata per preparare i farmaci antitumorali e per poter convalidare ogni passaggio connesso ai fini delle certificazioni. Un’operazione che pochissimi centri possono effettuare, giacché è necessario superare periodicamente i controlli di qualità in grado di tutelare la salute dei pazienti e degli stessi operatori addetti al servizio.”

In sostanza, bisogna garantire tre diversi livelli di controllo. Test periodici per controllare la qualità degli ambienti dell’UFA dal punto di vista fisico, chimico e microbiologico; “Media Fill” per testare e garantire che la preparazione dei farmaci avvenga in condizioni asettiche; “Wipe test” (campionamenti su superfici) e “Pads test” (campionamenti sul personale) per valutare l’esposizione professionale agli agenti chimici.

Insomma, per assicurare un servizio d’eccellenza che garantisca sicurezza per gli operatori, per i pazientiper il personale dell’azienda e per l’ambiente esterno non basta un’UFA realizzata a norma, ma sono necessari test di qualità certificati e ripetuti periodicamente. “Per questo l’Unità Farmaci Antiblastici di Gallipoli sarà una delle strutture di più moderna concezione per la manipolazione dei farmaci chemioterapici, con la peculiarità di garantire la qualità del prodotto finito e la sicurezza operativa in tutti i momenti dell’attività di preparazione”.

Un punto di riferimento per i reparti o Day Hospital di Oncologia ed Ematologia, dove saranno preparate giornalmente le terapie antitumorali personalizzate destinate ai malati oncologici, nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza previsti dalla normativa, in ambiente chiuso, protetto, circoscritto e segnalato.

Il nuovo laboratorio è stato progettato per soddisfare i bisogni dei presidi ospedalieri di Gallipoli e Casarano. “Del resto, i vantaggi di un laboratorio centralizzato per la manipolazione dei farmaci antitumorali sono molteplici: si evita la diffusione di attività a rischio, riducendo al minimo il numero degli addetti esposti; si ottiene una maggiore qualità della preparazione; una maggiore sicurezza per gli operatori sanitari; viene dato rilievo al ruolo clinico del farmacista ospedaliero; si ha minore spreco, con evidente risparmio”, spiega la Asl. “Tutto ciò a vantaggio di chi lavora nell’UFA, dei reparti serviti e, soprattutto, dei pazienti che potranno contare su un centro d’eccellenza anche qui nel Sud Salento”.

La Nuova Icat è fiera di essere l’azienda scelta di realizzare questo nuovo reparto. Per contattarci o vedere altri reparti simili realizzati in tutta l’italia, cliccate qui.

 

Immagini collegate: